venerdì 3 maggio 2013

cane

Ti sfondi l'anima ad ogni colpo di cazzo che le dai. Scopi come un cane, con la lingua che penzola fuori.
Il cuore di cartone, la pelle di gesso. Dove sei? Il corpo qui, la mente altrove e il rumore del tuo bacino sul culo di lei ti stride dentro e ti fa vomitare. Eppure lei è così bella, sembra una madonna con quegli occhi disegnati e le labbra che si aprono nell'aria stanca e consumata.
Scopi come avessi un motore dentro e godi piano ma il piacere si ferma prima di arrivare al cuore, si perde da qualche parte dentro il tuo corpo nervoso.

bau, bau- abbai al vento e muovi la coda

Lei è un angelo, è l'ebbrezza più bella della tua vita di cane randagio.

bau, bau- ululi nei suoi capelli e ti gratti le pulci

Non sei qui, sei altrove, hai perso il senso dei tuoi gesti e non sai più se stai scopando o facendo l'amore.

bau, bau- piangi con le zanne che luccicano